Decrescita: unica possibilità per evitare il collasso del sistema.

alterfestival_small

Dio‭ ‬è‭ ‬morto‭ ‬e‭ ‬con‭ ‬esso‭ ‬il‭ ‬sistema‭ ‬economico‭ ‬ormai‭ ‬espressione‭ ‬della‭ ‬cultura‭ ‬che‭ ‬quel‭ ‬Dio,‭ ‬strumento‭ ‬e‭ ‬metafora‭ ‬di‭ ‬potere‭ ‬e‭ ‬sviluppo‭ ‬infinito,‭ ‬rappresentava.‭ ‬Unica‭ ‬soluzione:‭ ‬la‭ ‬decrescita‭ ‬e‭ ‬mettersi‭ ‬nella‭ ‬prospettiva‭ ‬dell‭’‬autoproduzione,‭ ‬guardando‭ ‬al‭ ‬medioevo‭ ‬per‭ ‬cercare‭ ‬di‭ ‬capire‭ ‬come‭ ‬ricominciare‭ ‬a‭ ‬cooperare‭ ‬e‭ ‬vivere‭ ‬felici.‭ ‬Massimo‭ ‬Fini,‭ ‬giornalista,‭ ‬drammaturgo,‭ ‬scrittore,‭ ‬è‭ ‬uno‭ ‬dei‭ ‬teorici‭ ‬della‭ “‬decrescita‭” ‬ed‭ ‬ha‭ ‬fondato‭ ‬nel‭ ‬2005‭ “‬Movimento‭ ‬zero‭” ‬proprio‭ ‬per‭ ‬diffondere‭ ‬a‭ ‬livello‭ ‬politico‭ ‬la‭ ‬necessità‭ ‬di‭ ‬porre‭ ‬fine‭ ‬all‭’‬illusione‭ ‬di‭ ‬una‭ ‬crescita‭ ‬infinita,‭ ‬di‭ ‬uno‭ ‬sviluppo‭ ‬senza‭ ‬limiti.‭

w scalea decrescita

Che quel ‬Dio‭ ‬è‭ ‬morto,‭ ‬Fini‭ ‬lo‭ ‬dice‭ ‬con‭ ‬il‭ ‬filosofo‭ ‬Friedrich‭ ‬Nietzche‭ ‬che‭ ‬all‭’‬inizio‭ ‬del‭ ‬novencento‭ ‬ha‭ ‬indicato‭ ‬profeticamente‭ ‬la‭ ‬fine‭ ‬di‭ ‬una‭ ‬civiltà,‭ ‬quella‭ ‬occidentale,‭ ‬nata‭ ‬sulla‭ ‬idea‭ ‬di‭ ‬progresso‭ ‬e‭ ‬sfruttamento ‬delle risorse.‭ ‬Era ‬all‭’‬AlterFestival,‭ (‬Urban‭ ‬Center‭ ‬di‭ ‬Rovereto‭) ‬lo scorso sabato 25 maggio, ‬per‭ ‬dare‭ ‬il‭ ‬via‭ ‬alla‭ ‬due‭ ‬giorni‭ ‬di‭ ‬dibattito‭ ‬su‭ ‬un‭’economia‭ “‬diversa‭”‬.‭ ‬Abbiamo‭ ‬chiesto‭ ‬a‭ ‬Fini‭ ‬di‭ ‬spiegarci‭ ‬come‭ ‬immagina‭ ‬la‭ ‬decrescita‭ ‬economica.‭ “‬Il‭ ‬modello‭ ‬di‭ ‬sviluppo‭ ‬occidentale‭ ‬nato‭ ‬con‭ ‬la‭ ‬rivoluzione‭ ‬industriale,‭ ‬ormai‭ ‬ha‭ ‬coinvolto‭ ‬anche‭ ‬l‭’‬oriente.‭ Si‭ ‬basa‭ ‬sull‭’‬impossibile:‭ ‬prevede‭ ‬‬un‭ ‬modello‭ ‬di‭ ‬crescita‭ ‬esponenziale.‭ ‬Ne‭ ‬esistono‭ ‬nella‭ ‬matematica.‭ ‬Non‭ ‬in‭ ‬natura.‭ ‬Dobbiamo‭ ‬essere‭ ‬consapevoli‭ ‬che‭ ‬ogni‭ ‬cosa‭ ‬umana‭ ‬ha‭ ‬un‭ ‬limite:‭ ‬lo‭ ‬stiamo‭ ‬raggiungendo‭ ‬in‭ ‬questi‭ ‬anni.‭ ‬Siamo‭ ‬come‭ ‬una‭ ‬potentissima‭ ‬auto,‭ ‬partita‭ ‬due‭ ‬secoli‭ ‬e‭ ‬mezzo‭ ‬fa.‭ ‬Ha‭ ‬tenuto‭ ‬sempre‭ ‬una‭ ‬altissima‭ ‬velocita:‭ ‬adesso‭ ‬però‭ ‬davanti‭ ‬ha‭ ‬un‭ ‬muro.‭ ‬E‭ ‬lo‭ ‬schianto‭ ‬è‭ ‬inevitabile.‭ ‬Eppure‭ ‬il‭ ‬pilota‭ ‬sta‭ ‬dando‭ ‬ancora‭ ‬il‭ ‬massimo‭ ‬del‭ ‬gas.‭ ‬Fuori‭ ‬metafora:‭ ‬non‭ ‬possiamo‭ ‬più‭ ‬crescere.‭ ‬E‭’ ‬una‭ ‬dato‭ ‬di‭ ‬realtà‭ ‬e‭ ‬finiremo‭ ‬con‭ ‬un‭ ‬collasso‭ ‬estremamente‭ ‬drammatico‭ ‬se‭ ‬non‭ ‬facciamo‭ ‬qualcosa‭ ‬in‭ ‬fretta.‭ ‬Come‭ ‬nel‭ ‬caso‭ ‬dell‭’‬Impero‭ ‬Romano:‭ ‬appena‭ ‬finito‭ ‬di‭ ‬conquistare‭ ‬il‭ ‬modo‭ ‬è‭ ‬imploso.‭ ‬ Ma‭ ‬l‭’‬Impero‭ ‬era‭ ‬una‭ ‬piccola‭ ‬parte‭ ‬del‭ ‬mondo:‭ ‬oggi‭ ‬nella‭ ‬crisi‭ ‬siamo‭ ‬coinvolti‭ ‬tutti.‭ ‬Il‭ ‬crollo‭ ‬questa‭ ‬volta‭ ‬sarà‭ ‬planetario‭”‬.‭

Proviamo‭ ‬a‭ ‬prospettare‭ ‬qualche‭ “‬speranza‭”‬:‭ ‬che‭ ‬si‭ ‬può‭ ‬fare‭ ‬per‭ ‬evitare‭ ‬la‭ ‬catastrofe‭? “‬Se‭ ‬l‭’‬uomo‭ ‬fosse‭ ‬un‭ ‬animale‭ ‬intelligente‭ ‬dovrebbe‭ ‬avere‭ ‬il‭ ‬coraggio‭ ‬di‭ ‬fare‭ ‬qualche‭ ‬passo‭ ‬indietro.‭ ‬Deve‭ ‬tornare,‭ ‬in‭ ‬modo‭ ‬limitato‭ ‬e‭ ‬ragionato,‭ ‬a‭ ‬forme‭ ‬di‭ ‬autoconsumo.‭ ‬Bisogna‭ ‬arrivare‭ ‬ad‭ ‬un‭ ‬recupero‭ ‬della‭ ‬terra:‭ ‬è‭ ‬in‭ ‬fondo‭ ‬quella‭ ‬che‭ ‬ci‭ ‬nutre.‭ ‬Il‭ ‬cibo‭: ‬l‭’‬unica‭ ‬cosa‭ ‬veramente‭ ‬essenziale.‭ ‬Poi‭ ‬è‭ ‬necessario‭ ‬un‭ ‬ridimesionamento‭ ‬drastico‭ ‬dell‭’‬apparato‭ ‬industriale,‭ ‬finanziario‭ ‬e‭ ‬virtuale,‭ ‬la‭ ‬rete‭ ‬informatica,‭ ‬che‭ ‬ci‭ ‬sta‭ ‬inghiottendo‭ ‬tutti‭”‬.‭

In‭ ‬Trentino‭ ‬la‭ ‬piccola‭ ‬produzione‭ ‬familiare,‭ ‬il‭ ‬sistema‭ ‬di‭ ‬cooperazione,‭ ‬sono‭ ‬un‭ ‬elemento‭ ‬connaturale‭ ‬alla‭ ‬gente‭ ‬e‭ ‬al‭ ‬sistema‭ ‬economico.‭ ‬Come‭ ‬il‭ “‬locale‭” ‬deve‭ ‬interagire‭ ‬con‭ ‬il‭ “‬globale‭”? ‬Il‭ “‬locale‭” ‬ha‭ ‬grosse‭ ‬difficoltà‭ ‬a‭ ‬resistere‭ ‬se‭ ‬attorno‭ ‬ha‭ ‬un‭ ‬sistema‭ ‬di‭ ‬vita‭ ‬non conforme a se.‭ ‬Sono‭ ‬soluzioni‭ ‬esistenziali,‭ ‬particolari,‭ ‬che‭ ‬possono‭ ‬valere‭ ‬solo‭ ‬per‭ ‬alcune‭ ‬persone.‭ ‬Rischiano‭ ‬di‭ ‬fallire:‭ ‬come‭ ‬tutte‭ ‬le‭ ‬comunità‭ “‬ideali‭”‬.‭ ‬Il‭ ‬problema‭ ‬è‭ ‬proprio‭ ‬la‭ ‬globalizzazione‭ ‬che‭ ‬ha‭ ‬esasperato‭ ‬tutto:‭ ‬vuol‭ ‬dire‭ ‬competizione‭ ‬spietata‭ ‬tra‭ ‬Stati‭ ‬che‭ ‬passa‭ ‬sulla‭ ‬pelle‭ ‬delle‭ ‬popolazioni‭ ‬prima‭ ‬del‭ ‬terzo‭ ‬modo‭ ‬e‭ ‬ora‭ ‬anche‭ ‬del‭ “‬primo‭” ‬mondo.‭ ‬Ma‭ ‬non‭ ‬siamo‭ ‬sempre‭ ‬stati‭ ‬organizzati‭ ‬così‭”‬.‭
Ci‭ ‬sono‭ ‬degli‭ ‬esempi‭ ‬nella‭ ‬storia‭ ‬che‭ ‬possono‭ ‬venirci‭ ‬utili‭ ‬come‭ ‬modello‭? “‬Nel‭ ‬medioevo‭ ‬si‭ ‬faceva‭ ‬perno‭ ‬sulla‭ ‬cooperazione‭ ‬e‭ ‬meno‭ ‬sulla‭ ‬competizione.‭ ‬Guardiamo‭ ‬gli‭ ‬statuti‭ ‬degli‭ ‬artigiani‭ ‬di‭ ‬allora:‭ ‬era‭ ‬vietato‭ ‬persino‭ ‬distogliere‭ ‬il‭ ‬cliente‭ ‬dal‭ ‬negozio‭ ‬del‭ ‬vicino.‭ ‬No‭ ‬alla‭ ‬concorrenza‭! ‬Impedite‭ ‬per‭ ‬legge,‭ ‬da‭ ‬parte‭ ‬della‭ ‬Chiesa,‭ ‬sia‭ ‬l‭’‬usura‭ ‬che‭ ‬l‭’‬interesse‭ ‬sul‭ ‬denaro.‭ ‬Con‭ ‬una‭ ‬motivazione‭ ‬interessante.‭ ‬

Il‭ ‬tempo‭ ‬è‭ ‬di‭ ‬Dio,‭ ‬quindi‭ ‬di‭ ‬tutti,‭ ‬e‭ ‬non‭ ‬può‭ ‬essere‭ ‬oggetto‭ ‬di‭ ‬mercato.‭ ‬Per‭ ‬questo‭ ‬non‭ ‬si‭ ‬poteva‭ ‬speculare‭ ‬sul‭ ‬tempo.‭ ‬Le‭ ‬terre:‭ ‬erano‭ ‬distribuite‭ ‬non‭ ‬nel‭ ‬senso‭ ‬della‭ ‬maggiore‭ ‬efficienza,‭ ‬ma‭ ‬con‭ ‬un‭ ‬criterio‭ ‬di‭ ‬giustizia.‭ ‬Ogni‭ ‬nucleo‭ ‬familiare‭ ‬doveva‭ ‬avere‭ ‬il‭ ‬suo‭ ‬spazio‭ ‬vitale‭ ‬e‭ ‬non‭ ‬esistevano‭ ‬quei‭ ‬fenomeni‭ ‬che‭ ‬oggi‭ ‬di‭ ‬inquietano‭ ‬tanto.‭ ‬Non‭ ‬c‭’‬era‭ ‬la‭ ‬disoccupazione:‭ ‬ciascuno‭ ‬viveva‭ ‬sul‭ ‬suo‭ ‬e‭ ‬non‭ ‬restava‭ ‬senza‭ ‬lavoro.‭ ‬Il‭ “‬servo‭ ‬della‭ ‬gleba‭”‬:‭ ‬non‭ ‬poteva‭ ‬lasciare‭ ‬il‭ ‬terreno‭ ‬del‭ ‬feudatario,‭ ‬ma‭ ‬non‭ ‬poteva‭ ‬nemmeno‭ ‬essere‭ ‬abbandonato‭ ‬o‭ ‬cacciato‭”‬.
Non‭ ‬avrà‭ ‬intenzione‭ ‬di‭ ‬proporci‭ ‬un‭ ‬ritorno‭ ‬al‭ ‬medioevo‭? “‬No.‭ ‬E‭’ ‬lecito‭ ‬certamente‭ ‬porci‭ ‬dei‭ ‬dubbi‭ ‬sulla‭ ‬strada‭ ‬che‭ ‬abbiamo‭ ‬intrapreso:‭ ‬si‭ ‬è‭ ‬puntato‭ ‬tutto‭ ‬sulla‭ ‬economia‭ ‬emarginando‭ ‬altre‭ ‬istanze‭ ‬ed‭ ‬esigenze‭ ‬dell‭’‬uomo.‭ ‬Dal‭ ‬passato‭ ‬possiamo‭ ‬prendere‭ ‬delle‭ ‬suggestioni.‭ ‬Non‭ ‬tornare‭ ‬al‭ ‬medioevo,‭ ‬ma‭ ‬piuttosto‭ ‬dobbiamo‭ ‬ripercorrere‭ ‬la‭ ‬storia‭ ‬economica‭ ‬e‭ ‬non‭ ‬fossilizzarci‭ ‬su‭ ‬un‭ “‬unico‭” ‬modello‭ ‬possibile.‭ ‬Quello‭ ‬attuale‭ ‬che‭ ‬si‭ ‬può‭ ‬riassumere‭ ‬in:‭ ‬lavora,‭ ‬consuma,‭ ‬crepa‭!”‬.game overPossiamo‭ ‬fare‭ ‬a‭ ‬meno‭ ‬della‭ ‬tecnica‭ ‬e‭ ‬dei‭ ‬vari‭ ‬strumenti‭ ‬tecnologici‭ ‬che‭ ‬oggi‭ ‬caratterizzano‭ ‬la‭ ‬vita‭ ‬quotidiana‭? “‬Paolo‭ ‬Rossi,‭ ‬filosofo‭ ‬della‭ ‬scienza,‭ ‬mi‭ ‬spiegò‭ ‬una‭ ‬volta‭ ‬che‭ ‬la‭ ‬tecnica‭ ‬è‭ ‬un‭ ‬moltiplicatore‭ ‬di‭ ‬problemi:‭ ‬come‭ ‬ne‭ ‬risolve‭ ‬uno‭ ‬ne‭ ‬apre‭ ‬mille‭ ‬di‭ ‬nuovi.‭ ‬Allontana‭ ‬da‭ ‬noi‭ ‬stessi‭ ‬e‭ ‬dai‭ ‬nostri‭ ‬istinti.‭ ‬Nel‭ ‬crollo‭ ‬delle‭ ‬torri‭ ‬gemelle,‭ ‬11‭ ‬settembre‭ ‬2001,‭ ‬si‭ ‬salvò‭ ‬un‭ ‬cieco:‭ ‬il‭ ‬suo‭ ‬cane‭ ‬lo‭ ‬portò‭ ‬fuori‭ ‬pericolo‭ ‬perché‭ ‬non‭ ‬sentì‭ ‬e‭ ‬non‭ ‬capì‭ ‬evidentemente‭ ‬gli‭ ‬inviti‭ ‬degli‭ ‬altoparlanti‭ ‬a‭ ‬stare‭ ‬calmi‭ ‬e‭ ‬ad‭ ‬attendere‭ ‬l‭’‬arrivo‭ ‬dei‭ ‬soccorsi.‭ ‬La‭ ‬natura‭ ‬e‭ ‬l‭’‬istinto‭ ‬ci‭ ‬salvano.‭ ‬Non‭ ‬la‭ ‬tecnica.‭ ‬Siamo‭ ‬in‭ ‬una‭ ‬società‭ ‬dove‭ ‬il‭ ‬tasso‭ ‬di‭ ‬suicidi‭ ‬è‭ ‬cresciuto‭ ‬in‭ ‬maniera‭ ‬tragica‭ ‬negli‭ ‬ultimi‭ ‬anni.‭ ‬E‭’ ‬un‭ ‬sintomo‭ ‬chiaro‭ ‬dell‭’‬infelicità‭ ‬sostanziale‭ ‬della‭ ‬gente‭”‬.‭
La‭ ‬spiritualità,‭ ‬la‭ ‬religione,‭ ‬può‭ ‬avere‭ ‬un‭ ‬ruolo‭ ‬per‭ “‬salvarci‭” ‬dal‭ ‬collasso‭? “‬Dio‭ ‬è‭ ‬morto‭ ‬nella‭ ‬coscienza‭ ‬dell‭’‬uomo‭ ‬occidentale.‭ ‬E‭ ‬non‭ ‬è‭ ‬possibile‭ ‬resuscitarlo.‭ ‬La‭ ‬religione‭ ‬oggi‭ ‬è‭ ‬quasi‭ ‬puramente‭ ‬formale.‭ ‬Il‭ ‬precedente‭ ‬Papa‭ ‬ha sintetizzato così la situazione: Dio‭ ‬ha‭ ‬abbandonato‭ ‬gli‭ ‬uomini.‭ ‬Sono‭ ‬un‭ ‬onesto‭ ‬pagano:‭ ‬credo‭ ‬però‭ ‬che‭ ‬la‭ ‬Chiesa‭ ‬debba‭ ‬curarsi‭ ‬delle‭ ‬anime‭ ‬e‭ ‬da‭ ‬parecchio‭ ‬tempo‭ ‬a‭ ‬questa‭ ‬parte‭ ‬si‭ ‬occupa‭ ‬di‭ ‬tutt‭’‬altro‭”‬.‭

(Articolo pubblicato su L’Adige del 25 maggio 2013)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.